Calcio Estero

Guardiola: “Finale? Per entrare nei libri di storia serve una componente..."

di Lorenzo Di Lauro

Pubblicato il 21/05/2023

Il Manchester City è ancora una volta vincitore della Premier League, grazie ad un prodigioso recupero sull’Arsenal. Ma la testa del suo allenatore è indubbiamente proiettata sulla finalissima di Istanbul contro l’Inter.

Pep Guardiola attende con ansia la finale di Instanbul, la sua seconda da quando allena il Manchester City. Nel 2021 il Chelsea ebbe la meglio con una rete di Kai Havertz, ma due anni dopo i vincitori della Premier League sono pronti a giocarsela di nuovo contro l’Inter. La squadra di Simone Inzaghi, nonostante un campionato non entusiasmante, nella competizione europea hanno trovato grande entusiasmo.

Guardiola è stato chiaro sulle intenzioni della sua squadra, che non è disposta ad accontentarsi di aver umiliato il Real Madrid in semifinale e di aver fatto il pieno di trofei nazionali. Intervistato sulla finale, il tecnico catalano ha evidenziato ancora una volta l’importanza dell’obiettivo.

“È una grande gioia la finale. È fantastico esserci arrivati ancora. Non cambierà nulla se la alzeremo o no, ma se vogliamo essere considerati tra i più forti, dobbiamo vincere la Champions League. Altrimenti la mia opinione sulla squadra non cambierà, ma per essere nei libri di storia, quelli veri, dobbiamo vincere!”

Il City arriverà in finale da imbattuto e con un ruolino di marcia impressionante, soprattutto all’Etihad. Potrà contare, oltre che sui favori del pronostico, su una panchina di grande qualità, che ha collezionato con Palmer e Alvarez la rete che ha permesso di battere il Chelsea.

di Lorenzo Di Lauro

innovalis sponsor

VAI ALLA CATEGORIA

Calcio Estero

CONDIVIDI