Curionews

Mihajlovic al giornalista: “Sei noioso, avrei scommesso un litro di sangue”

di Mario Lorenzo Passiatore

Pubblicato il 14/08/2022

L’allenatore del Bologna non ha gradito alcune domande in conferenza stampa. Si aspettava di parlare del primo impegno ufficiale e invece ha risposto seccato ad altri temi. Il duello comunicativo è proseguito sotto gli occhi di Soriano e De Silvestri. “Devi cambiare perché sei troppo noioso, le domande le so già, so già in anticipo quello che mi chiedi”

Riparte la nuova stagione, tornano le conferenze pre-gara, quelle impegnative con tanti temi sul tavolo. Non solo campo, preparazione, primo undici dell’anno e ancora mercato. Già, perché ci sono ancora due settimane che possono cambiare la fisionomia delle squadre. Con un Mondiale di mezzo a dicembre, come ulteriore elemento di disturbo per i club.

Il Bologna ha fatto muro per Arnautovic, richiesto dal Manchester United, e sta lavorando per completare l’organico. La prima conferenza di Sinisa Mihajlovic non è stata poi così tranquilla. L’allenatore serbo ha risposto in maniera seccata alle domande inerenti il mercato. C’è stato uno scambio di battute piuttosto intenso con un giornalista.

“Ero sicuro che avresti fatto domande sul mercato, avrei scommesso un litro di sangue. Devi cambiare perché sei troppo noioso, le domande le so già, so già in anticipo quello che mi chiedi”. Il giornalista poi ha replicato a tono alle parole di Miha e ha cercato di portare a casa il titolo di giornata: “Io però non so quello che mi rispondi, perché c’è un pezzo di città che è un po’ preoccupata”.

Altro ping pong comunicativo, con la palla che passa nuovamente all’allenatore rossoblù, tra l’imbarazzo di De Silvestri e Soriano, i due veterani che si sono presentati in sala stampa per parlare della nuova stagione.

“Il mercato è finito? C’è ancora tempo? Il mercato è finito? No, c’è ancora tempo, bisogna avere fiducia nella società, loro faranno tutto quello che c’è da fare per rendere questa squadra competitiva e ancora più forte. Non ho nessun dubbio su questo. Di mercato parleremo quando finirà, il primo settembre, o ne parlerete direttamente con chi lo fa. Io sono l’allenatore e alleno la squadra che la società mi mette a disposizione”.

La chiosa finale è sul primo appuntamento della stagione, la partita con la Lazio. Un modo per rimarcare la sua fede e tutto il suo affetto per i colori biancocelesti. "Sono curioso anch'io di vedere la nuova Lazio di Sarri. Tifo Lazio, quando gioco contro no. Diciamo che se perdo contro di loro mi rode meno. Speriamo di vincere".

di Mario Lorenzo Passiatore

VAI ALLA CATEGORIA

Curionews

CONDIVIDI

CONTENUTI CORRELATI

#