Spazio Serie A

Davide Nicola e la 'malattia' del calcio italiano

di Claudio Ruggieri

Foto di Wikimedia Commons

Pubblicato il 25/04/2022

Il tecnico della Salernitana continua a stupire tutti, oggi il club campano è a soli tre punti dalla zona salvezza con una partita in meno da giocare. Una posizione impensabile fino a qualche settimana fa. Sarebbe l'ennesimo miracolo sportivo di Nicola.

Diciamoci la verità, Davide Nicola è uno dei tecnici più sottovalutati del sistema calcio italiano. Ed è una notizia preoccupante per il nostro calcio che già non vive un buon momento. E non parliamo solo della clamorosa mancata qualificazione ai Mondiali del Qatar, la seconda consecutiva. Ma attorno al calcio italiano c'è dell'altro. Non ci capacitiamo del perché un allenatore come Davide Nicola non alleni stabilmente in Serie A e venga considerato solo quando la situazione diventa critica o, addirittura, impossibile. 

Sarà perché al tecnico piemontese piacciono le sfide impossibili, sarà che è talmente una persona pulita e perbene che non c'entra molto con il nostro calcio inquinato. Eppure la carriera di Nicola dice che in Serie A ha spesso fatto belle figure. Salvezza incredibile con il Crotone, a Udine viene esonerato con la squadra virtualmente salva e dopo aver ereditato il disastro di Velazquez, al Genoa salvezza incredibile dopo l'avvio negativo di Thiago Motta, a Torino stessa situazione, prende la squadra dopo i risultati negativi di Giampaolo e salva la squadra. In Piemonte, così come in Liguria, non viene riconfermato nonostante l'obiettivo raggiunto. 

A Salerno ha preso la squadra il 15 febbraio con i campani ultimi con 13 punti in 23 giornate, nel girone di ritorno è la squadra che ha fatto più punti tra le formazioni impegnate nella salvezza. Viene da tre vittorie consecutive e la Salernitana è al terz'ultimo posto a tre punti dal Cagliari ma con una partita in meno. Con un pubblico che ha ritrovato l'entusiasmo dei tempi migliori. Con Nicola condottiero che sogna l'ennesima impresa. E il sistema calcio italiano che dovrà rispondere ad una domanda: cosa manca a Nicola per essere considerato un allenatore di Serie A? Forse non ha lo sponsor giusto, in tutti i sensi. O il procuratore. 

A noi però Davide Nicola piace così.

di Claudio Ruggieri

VAI ALLA CATEGORIA

Spazio Serie A

CONDIVIDI