Adani sulla SL: “Non hanno convinto nessuno”. Cassano: “I disastri c’erano già prima…”

Il tema caldo del weekend su Twitch è ancora la Superlega, nel salotto della Bobo TV si è parlato degli strascichi che ha lasciato in queste ore. “Ora tutti si stanno accorgendo dei meriti, dopo che hanno proposto il progetto” – ha così commentato Cassano

Adani: “Il calcio vive nei territori. Superlega? Elargite l’1% ai dilettanti, tassatevi”

“Pregi e difetti della Scuola Ajax. De Ligt e Van de Beek, ecco il problema” (Esclusiva)

Endt (ex team manager Ajax): “Cruyff e l’aneddoto di Firenze. I segreti del Calcio Totale di Michels” (Esclusiva)

Nagelsmann il ‘predestinato’: “L’età non sarà mai un problema”. Il Bayern Monaco nel destino?

Nell’ultima puntata della Bobo Tv si è parlato anche del progetto Superlega che è nato e naufragato (forse) nel giro di 48-72 ore. Con tutti gli strascichi che ha lasciato nel movimento sportivo, spaccando in due la critica tra secessionisti e conservatori. Dodici club che nel giro di poche ore sono diventati quattro, con l’addio dei club inglesi che hanno fatto subito un passo indietro. Cassano ha parlato soprattutto delle società e di come hanno gestito le risorse economiche negli ultimi anni.

“Il problema sono le società. I disastri c’erano già prima della pandemia non puoi accusare l’Uefa. Juve, Barca e Real, con tutti i soldi che prendono hanno un mare di debiti. E mica li ha fatti l’Uefa quei debiti. Ceferin, sta facendo tornare tutti nel suo giardino. Sta entrando duro ancora su Andrea Agnelli, è l’unico che non ha perdonato.
Ora tutti si stanno accorgendo dei meriti, dopo che hanno proposto il progetto. E’ fuori discussione che dovrebbe cambiare qualcosa nel sistema, sempre rispettando il campo. La Uefa avrà pure le sue colpe, ma pagare giocatori normali con una barca di soldi e fare lo stesso con i super agenti e intermediari, è responsabilità delle società. Ci sono stati troppi sprechi sotto ogni aspetto”.

Lele Adani ha parlato soprattutto del modo in cui i club hanno provato a sovvertire le cose, con poca concretezza e troppi punti neri che non sono stati chiariti dai promotori dell’iniziativa. “Hanno utilizzato una comunicazione atroce e non hanno convinto nessuno. Il calcio è al collasso, ma non puoi intervenire in questo modo. Tra l’altro non hanno spiegato neanche bene. Non hanno parlato di sport, meriti e criteri. Niente di niente. E nello sport c’è il campo che decide. La Fifa e la Uefa fanno i loro interessi e hanno sbagliato anche loro, certamente i club devono essere tutelati di più e allo stesso tempo le istituzioni devono vigilare di più”.

Duro anche Bobo Vieri nei confronti delle istituzioni sportive: “Ceferin ha detto che avrebbe dato delle sanzioni. Non ha fatto nulla. Le società vogliono autogestirsi, non vogliono più l’Uefa per gestire tutti i soldi”.

NON PERDERTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI

0 comments on “Adani sulla SL: “Non hanno convinto nessuno”. Cassano: “I disastri c’erano già prima…”Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *