Dal video hard all’anonimato. Che fine ha fatto Thereau?

L’ex attaccante francese protagonista di un video a luci rosse nel 2019, adesso ha cambiato vita e ha intrapreso una nuova carriera professionale. Nel tempo libero si dedica agli sport estremi, solo per cuori forti

Le ultime toccanti parole di Gaetano Scirea prima dell’addio

I ricordi di Mancini: “Boskov sergente per due giorni. Vialli? Mi chiamò per cognome, non ci parlammo…”

Cassano silura la Juve: “Fuori con i più deboli dell’urna. Non hanno lo status delle big e falliscono”

Ve lo ricordate Cyril Thereau? In Italia ha lasciato il segno soprattutto al Chievo e all’Udinese. Un attaccante in grado di giocare con e per la squadra, è stato uno dei protagonisti della formazione veronese che conquistava sempre la salvezza nelle tornate finali. Ha collezionato quasi dieci anni di serie A togliendosi diverse soddisfazioni, tra cui il gol alla Juve nel 2015, che permise all’Udinese di espugnare lo Stadium. Non era mai successo che la Vecchia Signora perdesse la prima giornata di campionato in serie A. La firma su quella pagina di storia fu proprio di Cyril, l’attaccante transalpino nativo di Privas.

Ha vestito anche le maglie di Fiorentina e Cagliari decisamente con meno fortuna rispetto alle prime due, totalizzando comunque 66 gol nel nostro campionato. Niente male per uno che ha spesso lottato per salvarsi. Negli ultimi anni il rendimento del giocatore francese è nettamente calato, tanto scomparire in maniera silente dall’undici titolare.

Il video hard e l’esultanza delle forbici

E’ tornato alle luci della ribalta nel febbraio del 2019, quando una mattina all’improvviso è finito nelle chat Whatsapp degli utenti. Un video hard che circolava all’impazzata da un contatto all’altro. Protagonista? Thereau, forse. Perché l’attaccante francese era il regista del filmino, intento a immortalare la scena a luci rosse di una coppia. Insomma, in atteggiamenti piuttosto intimi. Ma era lui? A confermarlo i tatuaggi e la classica esultanza delle forbici dopo ogni gol, replicata anche nel filmino. A distanza di qualche giorno è sbucato un audio nel quale l’attaccante spiegava la vicenda: “E’ un video di quasi cinque anni prima, quando indossavo la maglia dell’Udinese. Avevo cancellato tutto, l’avrò tenuto al massimo due settimane”.

La passione per gli sport estremi e la nuova vita da dirigente

Gli ultimi anni della sua carriera sono stati condizionati da una serie di infortuni che non gli hanno permesso di avere continuità. Dopo l’esperienza al Cagliari è rientrato a Firenze senza mai vedere il campo. L’addio al calcio giocato è stato solo una naturale conseguenza, senza rammarico, se non per il fatto che avrebbe voluto fare di più con la maglia viola.

Dopo il ritiro ha confessato la sua passione per gli sport estremi, solitamente vietati dalle clausole contrattuali quando un giocatore è ancora in attività. Thereau ha l’hobby per il paracadutismo: tirare un bel respiro e lanciarsi nel vuoto. Insomma, non una cosa per cuori deboli. Un mese fa però non ha resistito al richiamo del calcio e, tra un tuffo e l’altro, ha iniziato la sua nuova vita allo Sporting Charleroi, la squadra in cui ha militato dal 2008 al 2010. Via maglietta e pantaloncini: su la giacca Cyril, è il momento di fare il dirigente.

Mario Lorenzo Passiatore

NON PERDERTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI

0 comments on “Dal video hard all’anonimato. Che fine ha fatto Thereau?Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *