“Spero di essere stato degno della Sampdoria”. La lezione di Claudio Ranieri!

Il River Plate vince senza portiere. La folle notte di Perez: “Mai stato così teso”

Sta tornando la Formula 1 a Clairefontaine. Benzema fa davvero un altro sport?

“Pronto Gaetano, ti vuole il Real Madrid”. La pazza estate di D’Agostino!

Vardy: “Senza calcio sarei ancora in fabbrica a fare tutori. E quel viaggio a Ibiza…”

Petit e la grande performance sessuale

Il tecnico romano chiuderà l’avventura alla Sampdoria dopo due anni. Non è andato a buon fine l’incontro con la società per il rinnovo del contratto.

La prima panchina a saltare in Serie A in vista della prossima stagione è clamorosamente quella di Claudio Ranieri alla Sampdoria. Al termine della rifinitura in vista dell’ultima partita di campionato di domani sera al Ferraris contro il Parma, il tecnico romano ha annunciato il suo addio ai giocatori e alla stampa.

Non ci sono i contenuti e i presupposti per restare. Voglio porre fine alla telenovela del mio contratto. Ho detto alla squadra che non resterò per un altro anno, non ci sono i presupposti per restare. Sono stati dei ragazzi meravigliosi, soprattutto l’anno scorso durante il lockdown quando mandavamo loro le mail per farli lavorare e hanno lavorato alla grande. I risultati si sono visti dato che ci siamo salvati grazie alla loro professionalità. Quello di quest’anno è stato un campionato bello, combattuto, lottato, abbiamo fatto ottime partite e qualcuna l’abbiamo sbagliata ma ci sta e li ringrazio di cuore“.

Parole importanti quelle di Claudio Ranieri che ha voluto ringraziare la squadra che in questi due anni ha sicuramente dato soddisfazioni ai tifosi. Ranieri è sulla panchina della Sampdoria dal 12 ottobre 2019, dal momento in cui il presidente Ferrero decise di puntare sull’esperienza del tecnico romano per risollevare una Sampdoria disastrosa sotto la gestione Di Francesco. Ranieri salvò anticipatamente la squadra ligure arrivando al 15esimo posto. Quest’anno nono posto in classifica e la sensazione di poter fare meglio con una società più attenta e vicina al pensiero di Ranieri. Ma il rapporto con il presidente Ferrero non è decollato e come rivela la Gazzetta dello Sport, il rinnovo del contratto con ingaggio a scendere rispetto a quello attuale, non è piaciuto all’ex allenatore del Leicester. Che ancora una volta ha elegantemente salutato tutti senza alcun accenno di polemica.

L’ennesima grande lezione di stile di un allenatore importante che ha sempre preferito parlare con i fatti piuttosto che polemizzare e andare contro avversari o carta stampata. Anche con la Sampdoria ha voluto ringraziare tutti senza dire nulla contro il teatrino messo in atto da Ferrero. D’altronde anche quando fu esonerato dal Leicester, nonostante la clamorosa Premier League con i Foxes, il tecnico romano non fece alcuna polemica. Tornò a Roma per risollevare una squadra in difficoltà (ancora una volta subentrando a Di Francesco), arrivò a soli tre punti dalla qualificazione in Champions League. Decise di andare via a fine stagione, ben sapendo che l’allora proprietà Pallotta non aveva alcuna intenzione di confermarlo, anche in questo senza nessuna polemica salvo suggerire ai dirigenti un trattamento diverso per Daniele De Rossi in procinto di andare via.

Nel messaggio d’addio dalla Sampdoria, Claudio Ranieri ha voluto omaggiare anche i tifosi che a causa del lockdown non hanno potuto festeggiare la salvezza dello scorso anno e la stagione attuale. A loro Ranieri ha inviato parole emozionanti.

Mi è dispiaciuto tantissimo non averli avuti allo stadio, non poter fare loro vedere una Samp che ha lottato su ogni pallone e contro ogni avversario. Spero di essergli piaciuto come allenatore del Doria

La notizia dell’addio di Ranieri ha sicuramente scosso l’ambiente Sampdoria ed in particolare i tifosi doriani che non hanno preso bene la decisione del tecnico romano. Nel mirino dei tifosi c’è il presidente Ferrero che non ha mai dato la giusta considerazione al tecnico romano che in due anni è riuscito non solo a salvare la squadra ma anche e soprattutto a valorizzare alcuni giovani talenti. Il nome di Claudio Ranieri però è sicuramente sul taccuino di diverse società italiane e straniere, anche se il tecnico romano preferirebbe restare in Italia. Da giorni si parla anche di un interessamento della Fiorentina per l’ex allenatore della Roma che tornerebbe a Firenze dopo i quattro anni passati dal ’93 al ’97. Un allenatore amato dal popolo viola che a 69 anni ha dimostrato di essere in grado di centrare l’obiettivo delle società che lo hanno ingaggiato. Tenendo ben presente la signorilità che lo ha sempre contraddistinto e che raramente si vede oggi in altri personaggi del mondo del calcio italiano.

Chapeau, mister!

Claudio Ruggieri

NON PERDERTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI

0 comments on ““Spero di essere stato degno della Sampdoria”. La lezione di Claudio Ranieri!Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *