Rinnovo Donnarumma, Costacurta tuona: “Perché baci la maglia del Milan?”

Davids e la Serie A degli anni ’90: “Vi spiego perché molti stranieri fallivano. E la scuola Ajax…”

Pogba dimentica la sua Rolls Royce. Ecco i calciatori con il “garage” più ricco

Suona il citofono: “Apri, sono Zaniolo e ho una sorpresa per te” [VIDEO]

All’ex difensore rossonero non piace l’atteggiamento del portiere rossonero in merito al rinnovo del contratto che non è ancora arrivato. Il rischio è che Donnarumma possa andare via in estate…

Nonostante la vittoria importante in casa del Parma per tre a uno in casa Milan tiene banco la questione del rinnovo di Gigio Donnarumma, capitano nella sfida del Tardini. Il portierone rossonero infatti è in scadenza di contratto a giugno e potrebbe clamorosamente lasciare il Milan a costo zero anche perché il suo procuratore, non uno qualunque ma Mino Raiola, ha già sondato il terreno con i maggiori club europei pronti a soddisfare le richieste dell’entourage del 22enne rossonero. Il Milan spera di rinnovare il contratto al giovane portiere campano lanciato in Serie A a 16 anni dall’allora tecnico rossonero Mihajlovic. Attualmente Donnarumma ha un ingaggio da 6 milioni di euro netti a stagione, il Milan è pronto ad alzare la posta fino a 8 milioni di euro ma l’agente del giocatore non sembra convinto e spera di alzare nuovamente l’offerta. Sul portiere del Milan ci sono diversi grandi club europei interessati, in primis il Psg, molto vicino a Raiola. Prima dell’inizio del match contro il Parma, il direttore tecnico del Milan Paolo Maldini, storica bandiera rossonera, ai microfoni di Sky Sport ha parlato del rinnovo di Donnarumma: “Per fare un affare bisogna essere felici in due“.

Un segnale chiaro quello di Maldini che sicuramente non farà piacere ai tifosi del Milan che potrebbero davvero salutare Donnarumma in estate. Sarebbe un dramma sportivo economico per il Milan che perderebbe un capitale simile a costo zero. Ma l’accordo potrebbe anche arrivare in extremis qualora sia lo stesso giocatore a spingere per restare in rossonero. Intanto però nei suoi confronti sono arrivate le critiche di Alessandro Costacurta, un’altra ex bandiera del Milan, che dagli studi di Sky ha criticato l’atteggiamento del portiere rossonero.

Non riesco a entrare nella testa di Donnarumma perché sono diverso. Noi abbiamo deciso di rimanere al Milan senza troppi fronzoli. Non facevamo uscire niente e abbiamo guadagnato meno di quello che avremmo potuto chiedere probabilmente. Non credo che Paolo possa alzare l’offerta visto il budget. Non mi piace il comportamento di Raiola e di Donnarumma che stanno tirando per le lunghe questa situazione. Poi devo dire che sono infastidito dal bacio alla maglia. Baciano la maglia e poi sono lì a contrattare. Baci la maglia perché? Forse sono di tradizione antica. Servirebbero meno baci e più dimostrazioni concrete. Sono infastidito dal bacio alle maglie, poi sono lì a contrattare. Perché baci la maglia? Poi bacerà quella della prossima squadra. Non ci arrivo”.

Parole sicuramente di fuoco quelle scagliate dall’ex difensore rossonero che nel Milan ha fatto la storia assieme a Maldini, Baresi, Tassotti e tanti altri giocatori italiani diventati grandi con la maglia rossonera. Donnarumma dovrà sciogliere a breve le riserve anche perché giugno è dietro l’angolo e il Milan dovrà sicuramente attuare le strategie migliori per un eventuale sostituto di Donnarumma. Certo, come spiegato in precedenza, dal punto di vista economico sarebbe una perdita elevata per il Milan perché un patrimonio del genere frutterebbe ai rossoneri tanti soldi. Per questo la società è in attesa e Maldini continua a mantenere caldo l’asse con Raiola. I tifosi del Milan per il momento non si sono ancora schierati apertamente contro il portierone rossonero, ma è chiaro che l’atteggiamento di Donnarumma inizia ad infastidire la piazza del Milan. D’altronde sono tanti i messaggi lanciati a Gigio da parte dei compagni di squadra, della società e soprattutto di Stefano Pioli. Inoltre in casa Milan è ad un passo il rinnovo di Zlatan Ibrahimovic, anche lui gestito da Raiola. E chissà se il rinnovo dello svedese non possa essere un apripista per quello di Donnarumma. Il Milan sa perfettamente che per tornare ad essere grande deve assolutamente ripartire da un portiere di 22 anni tra i più forti al Mondo con ancora una carriera incredibile davanti.

C.R.

NON PERDERTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI

0 comments on “Rinnovo Donnarumma, Costacurta tuona: “Perché baci la maglia del Milan?”Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *