Quale allenatore si confermerà nel 2021? Ecco i migliori del 2020…

Nella stagione segnata dal Covid abbiamo analizzato il rendimento degli allenatori. Calcio Totale propone i top e flop dell’anno solare. Ci sono delle conferme ma anche tante belle sorprese.

Quel “maledetto” Valencia di Cuper: in Serie A tanti flop!

Jason Mayélé, l’attaccante “ritardatario” che andò via per sempre

Anche per gli allenatori il 2020 è stato un anno delicato, per alcuni carico di soddisfazioni, per altri estremamente avaro di risultati. Abbiamo stilato una mini classifica motivandone le scelte. Restano giudizi parziali in merito a quello che hanno fatto nell’ultimo anno solare, non sul valore assoluto o per quello che hanno dimostrato negli anni. Ci sono storie di rivincite e di riconferme, volti nuovi e santoni della panchina. E’ stato un anno complesso e carico di novità.

I migliori del 2020

HANS DIETER-FLICK: Fino allo scorso anno non lo conosceva quasi nessuno, quest’anno è divenuto il protagonista dei cinque trofei del Bayern. Gli esperti di calcio tedesco lo conoscevano fin da Brasile 2014, dove era il vice di Loew.

JURGEN KLOPP: Il suo Liverpool si conferma anche nel 2020, anno dove la Premier torna ad Anfield a distanza di trent’anni. Un’impresa maturata dopo un percorso durato 5 anni. Unica pecca l’eliminazione prematura in Champions.

STEFANO PIOLI: nel rinato Milan del 2020 c’è anche il suo marchio. Poco esibizionista rispetto ad altri colleghi, è riuscito a creare un gruppo solido e compatto che non dipende solo da Ibrahimovic e che può davvero sognare in grande.

JULEN LOPETEGUI: il 2018 poteva essere l’anno del suo declino definitivo: silurato dalla selezione spagnola e dal Real Madrid. Il 2020 è stato l’anno della rinascita: il suo Siviglia si è dimostrato una squadra matura che ha vinto l’Europa League meritatamente, eliminando squadre sulla carta più forti.

ROBERTO MANCINI: per gli Europei dovrà attendere, ma la Nazionale anche quest’anno è stata una splendida conferma: 8 partite da imbattuta e la qualificazione alle semifinali della Nations League premiano il lavoro del tecnico marchigiano.

I flop del 2020

QUIQUE SETIEN: Non ha tutte le responsabilità della pessima annata Barcellona, ma il tracollo per 8 a 2 contro il Bayern è senza appello. Ha come attenuante l’essere salito sul carro in corsa, ma la toppa è stata peggiore del buco.

JOACHIM LOEW: Mentre il suo storico collaboratore vive un’annata magica, il selezionatore della Manschaft conferma le difficoltà incontrate da un paio d’anni, incappando in un’umiliante sconfitta contro la Spagna. Il suo ciclo è ormai terminato?

JOSEPH GUARDIOLA: Non è stata un’annata fruttuosa per il tecnico spagnolo. La vittoria della Coppa di Lega è un contentino, ma la sconfitta in campionato e soprattutto l’eliminazione contro il Lione in Champions pesano nel giudizio finale del 2020.

ANTONIO CONTE: nella stagione d’esordio porta a casa un buon secondo posto in campionato, ma la sconfitta da favorito in finale contro il Siviglia pesa come un macigno. L’eliminazione da ultimo del girone di quest’anno certifica la sua allergia alle Coppe. Nel 2021 dovrà provare a riscattarsi.

LUCIEN FAVRE: contro questo Bayern difficilmente avrebbe potuto ambire a vincere dei trofei, ma con l’enorme potenziale del Dortmund si potevano evitare numerose sconfitte pesanti, come quella con lo Stoccarda che gli è costatal’esonero.

Lorenzo Di Lauro

NON PERDERTI GLI ARTICOLI DELLA SETTIMANA

0 comments on “Quale allenatore si confermerà nel 2021? Ecco i migliori del 2020…Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *