Mourinho ha plasmato il Tottenham, ecco i segreti del primato

La stagione deve ancora entrare nel vivo, ma la sensazione è che l’allenatore portoghese e il suo Tottenham possano essere protagonisti fino allo fine in Premier. Gli Spurs hanno acquisito le caratteristiche del tecnico di Setubal

La top 10 delle coppie gol degli anni ’90 in Europa e nel Mondo

Dopo l’esonero dal Manchester United la carriera di José Mourinho sembrava essere arrivata a un punto di non ritorno, complice la rottura con uno spogliatoio mai domo dopo l’addio di Ferguson. Del resto, lo Special One aveva già concluso le sue esperienze a Madrid e Londra in modo non esaltante, da cui sembrava intravedersi un lento declino. Eppure, anche in una fase della carriera non particolarmente brillante, la ricca bacheca di trofei dal portoghese ha attirato le mire dei grandi club. In tanti hanno provato a scommettere su un suo immediato riscatto.

A distanza di un anno si è presentato un altro compito arduo: ridare nuova linfa al Tottenham, l’altra faccia di Londra alle prese con la fine dell’era Pochettino. Anche in questo frangente gli inizi non sono ottimali, complice uno spogliatoio che doveva smaltire un inizio di stagione faticoso e i mal di pancia di Eriksen, giunto al termine della sua avventura con gli Spurs.

Mou è consapevole che solo un animale ferito può aiutare un altro a rialzarsi. Ha plasmato la nuova creatura a sua immagine e somiglianza. Il Tottenham ha abbandonato il giro palla ammirato col suo precedente allenatore, mostrandosi squadra cinica e più incentrata a far emergere le personalità dei singoli, nonché molto più difensiva, come nella filosofia del suo allenatore.

La vittoria contro il City di Guardiola, con 4 tiri contro i 22 degli avversari, testimonia alla perfezione l’attitudine del nuovo Tottenham a sapere soffrire, e saper trarre il massimo contro qualunque avversario. E i risultati, in questa seconda stagione alla guida degli Spurs, per ora danno ragione al tecnico di Setubal.

Ad agosto sarebbe stato impensabile pronosticare la vetta della classifica per lo Special One. Ovviamente il percorso è ancora lungo, ma Mourinho si ritrova sul suo campo preferito, la Premier, che ha già vinto tre volte. Nessuno sa come finirà, di sicuro il calcio inglese ha ritrovato un suo vecchio leone.

Lorenzo Di Lauro

0 comments on “Mourinho ha plasmato il Tottenham, ecco i segreti del primatoAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *