L’Inter si gode Bastoni: 21 anni e una sicurezza da veterano!

Il giovane difensore italiano si sta dimostrando un giocatore importante per Conte e per la Nazionale italiana.

Nel posticipo dominato contro la Juventus il giovane difensore è stato tra gli indiscussi protagonisti, confermando le sue ottime doti difensive nella partita più dura e proponendosi anche come assistman. La conquista dello scudetto da parte degli uomini di Conte passa anche dalle sue prestazioni.

Quando è stato acquistato un anno e mezzo fa dal Parma tutti erano convinti che sarebbe stato al massimo un buon rincalzo per far rifiatare Godin: ad oggi Alessandro Bastoni è una certezza indiscutibile e indispensabile per l’Inter di Conte. Già dalle prime partite della scorsa stagione si era messo in evidenza per la personalità e per le qualità individuali. Quest’anno è riuscito ad eliminare alcune incertezze difensive che si erano viste nella scorsa stagione, e ad oggi è semplicemente una pedina intoccabile, un baluardo assieme a Skriniar e a De Vrij attorno al quale ruotano le speranze tricolori dei nerazzurri.
Si parla di un ragazzo che è appena alla sua terza stagione da titolare in Serie A, la seconda in maglia nerazzurra: a soli ventuno anni è uno dei punti di forza della squadra, quest’anno forse il più convincente dell’intero reparto difensivo. Un esordio da predestinato per un ragazzo che ha dovuto sopportare, appena cinque anni fa, la tragica morte della sua adorata amica Agnese: un lutto che gli ha dato ancora di più la forza per bruciare le tappe ed esordire giovanissimo con l’Atalanta, che ancora una volta si conferma abile nello sfornare talenti.
Anche in nazionale, dove è già riuscito a ritagliarsi un posto, ha rispettato ampiamente le premesse, nonostante sia stato impiegato in un modulo diverso dal consueto 3 5 2 contiano. Nella recente, prestigiosa vittoria contro la Juventus Barella si è letteralmente preso la ribalta con una prestazione sontuosa, ma il lancio col telecomando dalla propria metacampo che lo ha messo a tu per tu con il portiere è stato proprio quello di Bastoni. Un film che si era già visto contro il Crotone, dove con un lancio simile ha mandato in rete Lukaku: nel suo nuovo ruolo di assistman l’Inter può aver trovato una chiave per scardinare le difese avversarie nelle partite più ostiche.

Adesso il futuro è nelle sue mani, ma questo può già essere per lui l’anno della consacrazione: la conquista dello scudetto da parte dell’Inter passa anche dalla sua crescita in un reparto che spesso quest’anno ha sofferto più del previsto, ma che adesso, dopo aver blindato la porta contro i rivali di sempre, può ritrovare fiducia. E poi ci sono gli Europei in estate, un appuntamento al quale Bastoni non vuole assolutamente mancare e nel quale si auspica di trovare un posto da titolare e da protagonista assieme all’intero gruppo azzurro. A Conte, spesso criticato reiteratamente per gli errori commessi, va dato il merito della sua enorme crescita, così come quella di Barella: due ragazzi che costituiscono per l’Inter le basi per un nucleo italiano di successo e per la nazionale un roseo futuro e una centralità nel presente.

Lorenzo Di Lauro

0 comments on “L’Inter si gode Bastoni: 21 anni e una sicurezza da veterano!Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *