Mamma Mancosu: “Mi tremavano le gambe, era lui a incoraggiare noi”

Il racconto toccante di mamma Paola che ha descritto minuziosamente tutti i momenti del figlio Marco Mancosu. Dall’annuncio del tumore fino all’emozione post operazione: “Sei entrato solo in quella stanza dall’odore pungente di disinfettante per sottoporti all’intervento con il coraggio all’ennesima potenza”

Il duro comunicato di Juve, Barça e Real contro Uefa e Fifa

La verità di Baggio: “Non vedevo l’ora di smettere con il calcio. Sacchi mi fece un dispetto”

Paranormal Mendy, oggi in finale: “ieri” cercava lavoro

E’ stata la notizia che ha scosso il mondo del pallone in settimana, l’annuncio shock di Marco Mancosu che ha rivelato su Instagram di aver avuto il tumore. Un messaggio commovente quello del capitano del Lecce che ha suscitato un fiume di solidarietà da parte dei compagni di squadra e dai colleghi, nessuno era a conoscenza del suo stato di salute. Ufficialmente, Marco era fermo ai box per appendicite, secondo il comunicato del club nel mese di Marzo, circa quaranta giorni fa. Perché i sospetti che fosse una normale appendicectomia erano reali e fondati, prima della tragica scoperta che ha sconvolto il calciatore sardo. Tra i commenti sotto il suo post, spicca quello di mamma Paola che ricorda con grande coraggio l’emozioni contrastanti di quei giorni. Lucida e pronta ad ascoltare le parole di suo figlio, mai pensando a una comunicazione di quel tipo.

“Marco dopo aver letto ciò che hai scritto ripercorro il giorno che con coraggio mi comunicasti ciò che per il referto medico non c’era da aspettare, nessuna prova d’appello, bisognava intervenire tempestivamente. ‘Pronto, mamma come stai? Bene rispondo, sei seduta devo dirti una cosa molto importante’. Al che le gambe iniziano ad essere tremolanti. ‘Dimmi Marco, sei positivo al Covid? No, mamma magari qualcosa di più grave: ho un tumore. Mamma è così, devo andare a Roma, o Milano bisogna intervenire subito’. Non so cosa ho provato, non capivo più nulla.

Il dolore, lo sconforto e i primi viaggi in giro per l’Italia. In silenzio e con la valigia pronta, pur di sconfiggere il nemico e tornare presto in campo.

“Dopo avere versato secchiate di lacrime, il mio leone di segno zodiacale, di forza doveva prendere il toro per le corna e cercare di abbatterlo. Ti ho seguito a Milano e poi con la tua grinta e coraggio in un periodo così brutto come questo del Covid. Sei entrato solo in quella stanza dall’odore pungente di disinfettante per sottoporti all’intervento con il coraggio all’ennesima potenza”.

Il racconto di Mamma Paola prosegue, sempre su Instagram parla dei momenti successivi all’operazione e il primo pensiero di Marco volto a rassicurare subito la sua famiglia.

“Marco dopo il risveglio dall’anestesia eri tu che incoraggiavi me dicendomi: ‘Tranquilla mamma, vedrai supererò anche questo’. Valeria e Gioia sono sempre state vicine, non fisicamente per via del Covid, ma con l amore che vi unisce. Mamma ti ha seguito con ansia a distanza, pensando ogni momento al suo leoncino che doveva fare il gol più importante della sua vita. Continua Marco a credere sempre in te stesso e a conservare il coraggio e il sorriso che ti hanno sempre caratterizzato”.

NON PERDERTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI

0 comments on “Mamma Mancosu: “Mi tremavano le gambe, era lui a incoraggiare noi”Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *