La meravigliosa Stella Rossa di Prosinecki (e il suo record mondiale)

Ripercorriamo i successi di quella meravigliosa squadra nel giorno del compleanno di Prosinecki.

Se passate da Portsmouth, in Inghilterra, e chiedete ad un tifoso dei Pompey sulla quarantina chi è stato il giocatore che più lo ha deliziato in campo con la maglia blu, quasi certamente vi parlerà di un calciatore nato in Germania da papà croato e mamma serba. Stiamo parlando di Robert Prosinecki.

Genio e sregolatezza

Classe ’69, ha vissuto la grande epopea della Stella Rossa di Belgrado di fine anni ’80. Un centrocampista centrale a cui il Dio del calcio ha dotato una classe cristallina non supportata a dovere da un carattere molto ribelle. Eppure in campo Prosinecki era luce abbagliante, un faro in mezzo al campo. Un dribbling incredibile e particolare, con quel tocco di suola che spesso disorientava gli avversari. Tatticamente difficile da collocare visto che ha giocato come centrocampista offensivo ma anche come esterno in grado di saltare l’uomo e rientrare in mezzo al campo. Spritzer e sigarette le sue grandi debolezze, tanto che a fine carriera risposte in maniera sincera alla domanda di un giornalista: “Se non fosse stato per lo spritzer sarei stato il più forte del mondo. So benissimo che fumare non è il massimo per un atleta, ma d’altronde è l’unico vizio che ho. Nessuno vive fino a cent’anni“.

Ha decisamente detto la verità, anche se in campo si è fatto sentire soprattutto in quella meravigliosa Stella Rossa che vinse la Coppa dei Campioni contro il Marsiglia nella stagione 1990-1991, con la finale giocata al San Nicola di Bari. Una formazione dal talento smisurato, testimonanza diretta della grande scuola jugoslava prima delle varie scissioni. Allenata da Petrovic, in difesa c’era Sinisa Mihajlovic, a centrocampo Jugovic e soprattutto Savicevic, oltre ovviamente a Prosinecki. In attacco Darko Pancev, fino ad allora cecchino infallibile che convinse l’Inter a puntare su di lui. In Italia però il macedone non riuscì a dimostrare il suo talento. Una squadra che dominò in patria e in Europa. La Jugoslavia non riuscì a trionfare con la Nazionale maggiore nonostante gli stessi elementi della Nazionale Under 20 che nel 1987 vinsero il Campionato Mondiale (con Prosinecki premiato come miglior giocatore del torneo). Nel 1990, in occasione dei Mondiali italiani, Prosinecki siglò il gol contro gli Emirati Arabi Uniti e a fine torneo portò a casa il premio come miglior giovane della competizione.

Real e Barcellona, poche magie

Il Real Madrid si innamora di questo ragazzo dalla classe irriverente e lo porta in Spagna ma in quattro anni alla corte delle merengues tante ombre e poche luci. Tanti, troppi problemi fisici limitano la carriera al Real di Prosinecki. La stagione all’Oviedo è sicuramente di ben’altra pasta per questo Johan Cruijff, allora tecnico del Barcellona, decide di puntare sull’asso croato. Niente da fare, i soliti problemi fisici ed un feeling mai sbocciato tra i due non permettono a Prosinecki di fare bene a Barcellona. Gli ultimi lampi di classe li mostra in Inghilterra, a Portsmouth, dove segna anche 9 gol in campionato (in Championship) dimostrando di avere sempre confidenza con il tocco di palla. Finisce la carriera in Croazia. La sua carriera da allenatore lo porta ad allenare la Stella Rossa senza grandi risultati, così come la doppia avventura in Turchia.

Lo storico record

Dopo il Mondiale degli anni ’90 con la maglia della Jugoslavia, Prosinecki siglò due gol nel Mondiale del 1998 con la maglia della Croazia, diventando l’unico giocatore nella storia del calcio ad avere segnato ai Mondiali con due Nazionali differenti. Tra l’altro nel 1998 fu uno dei protagonisti del terzo posto della Croazia al Mondiale.
D’altronde Robert, quando iniziarono le problematiche interne nell’ex Jugoslavia, aveva già deciso di giocare con la maglia croata, come testimoniano alcune frizioni con qualche compagno serbo nell’era della Stella Rossa.

Oggi Prosinecki compie 52 anni.

C.R.

NON PERDERTI GLI ARTICOLI DELLA SETTIMANA

0 comments on “La meravigliosa Stella Rossa di Prosinecki (e il suo record mondiale)Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *