Klose, lo stagista che studia da Pioli e lavora al Bayern di Flick. Scopriamo gli altri apprendisti

L’ex bomber di Lazio e Bayern farà uno stage a Milanello. Ma sono tanti gli ex calciatori che studiano per diventare grandi: da Raul a Xavi fino a Xabi Alonso. Tutta gente che ha segnato la storia del calcio moderno e che ora punta a lasciare il segno anche da allenatore

Quanto era forte la Lazio di Sven Goran Eriksson?

Rui Costa, Figo e quel Portogallo bello e perdente!

Da calciatore era un computer. Metodico, disciplinato e mai una parola fuori posto. Un professionista vero che curava ogni dettaglio per migliorare le performance in campo. Adesso Miro punta a diventare allenatore con la stessa determinazione che aveva negli ultimi sedici metri avversari.
In settimana si è presentato a Milanello da ospite e in punta di piedi. Un giovane stagista che il nostro campionato ha conosciuto abbastanza bene indossando con grande professionalità la maglia della Lazio. Di buon mattino è arrivato a far visita all’allenamento dei rossoneri un certo Miroslav Klose. Miglior marcatore della storia dei mondiali (16) uno in più di Ronaldo il brasiliano.

Pensate che quando ha segnato con la maglia della sua nazionale, la Germania non ha mai perso. Insomma, un’istituzione del calcio mondiale. Ok, ma quella era un’altra vita. Adesso per completare il suo percorso di studi da allenatore ha bisogno di uno stage all’estero. Studiare, è proprio questa la parola più abusata nella sua ultima intervista. Essere un ex calciatore aiuta, ma se non cambi approccio verso la nuova professione rischi di subire tutte quelle dinamiche che un tempo ti appartenevano.

Miro ha scelto Pioli, quindi il Milan. Con l’attuale tecnico dei rossoneri ha condiviso due anni intensi alla Lazio, sin da subito si è creata la giusta sinergia tra i due. E’ stato tutto così spontaneo e naturale, l’ex attaccante tornerà a Milano per fare un vero e proprio stage. E poi, è un buon modo per ripassare le vecchie metodologie di lavoro e spiare attentamente la fase difensiva di un coach italiano. “Pioli è molto bravo, migliora i giocatori”, ha sottolineato l’ex bomber biancoceleste. E, a proposito di difesa, avrà la possibilità di fare due chiacchiere con Paolo Maldini.

Ma cosa fa ora Miro?

Klose da l’1 luglio 2020 è stato promosso come vice allenatore di Hansi Flick al Bayern Monaco. L’uomo che nella stagione più lunga di sempre ha spazzato via qualsiasi cosa, vincendo tutto quello c’era da vincere. Mica male come apprendistato nazionale, con una finestra aperta sul mondo (pardon, sull’Italia). Una full immersion che permetterà a Miro di entrare subito nelle dinamiche tecniche. L’ex bomber tedesco nei due anni precedenti ha lavorato nel settore giovanile del Bayern, in qualità di allenatore dell’under 17.

E’ stato scelto proprio da Flick con il benestare del direttore Hasan Salihamidzic. Il motivo? Migliorare il lavoro degli attaccanti e di tutto il reparto offensivo. Ammesso che ce ne sia bisogno con gente come Robert Lewandowski, Thomas Muller, Leroy Sané e Serge Gnabry. Solo per citarne alcuni. Ma è la logica dei grandi club, aggiornarsi continuamente e trovare gente preparata per ogni reparto. Si sta andando sempre più verso uno studio accurato dei singoli giocatori.

Raul, Xavi e Xabi Alonso: c’è una “squadra” che studia e si prepara

E’ quella fase della vita che ti consente di guardare, imparare e poi costruire un tuo metodo di lavoro. Dovrebbe essere il percorso più logico per tutti coloro (giocatori compresi) che approcciano a una nuova professione. Alcuni hanno bruciato le tappe passando dagli scarpini alla lavagna nel giro di pochissimo tempo. E’ il caso di Andrea Pirlo che dopo essere stato presentato come allenatore della Juve under 23, si è ritrovato nel giro di una settimana con l’onere di sostituire Maurizio Sarri in prima squadra. Talmente veloce che ha dovuto costruirsi lo staff tecnico in pochissimi giorni.

Oltre a Klose, ci sono altri giocatori della sua generazione che studiano e pensano in grande. E’ il caso di Xavi Hernandez, attuale tecnico dell’Al-Sadd e potenziale candidato alla panchina del Barcellona post elezioni presidenziali. Per ora continua a sperimentare nella Qatar Stars League (campionato qatariota), con l’intento di poter sfruttare un giorno tutta la sua esperienza maturata nel mondo blaugrana. Per restare a centrocampo, c’è un altro faro della mediana che si prepara a vestire i panni del tecnico: El senor, Xabi Alonso. Siamo sicuri che manterrà la sua inconfondibile classe anche da signore della panchina. Ha iniziato nel settore giovanile del Real Madrid e dal 2019 allena la Real Sociedad B, la squadra che l’ha lanciato prima della consacrazione definitiva.

A proposito di leggende, presto potremmo rivedere in prima linea anche Raul Gonzalez Blanco. Uno che ha segnato da giocatore la storia del Real Madrid. Dal 2018 lavora nel settore giovanile dei Merengues e dalla scorsa stagione è al timone del Real Madrid Castilla. In futuro chissà, intanto lui continua a studiare e a pensare in grande.
Un motivo in più per dirvi che gli anni avanzano per tutti, anche per voi che eravate abituati a vederli in maglietta e pantaloncini.

Mario Lorenzo Passiatore

NON PERDERTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI

0 comments on “Klose, lo stagista che studia da Pioli e lavora al Bayern di Flick. Scopriamo gli altri apprendistiAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *