Inter/ Il limite di Conte. Eriksen, un grosso dubbio!

Il pareggio casalingo contro il Parma ha lasciato molti dubbi in casa Inter.

Il calcio è davvero strano. Il Parma di Liverani ha spaventato l’Inter grazie alla doppietta di Gervinho che negli ultimi giorni di calciomercato è stato ad un passo proprio dai nerazzurri. Storia di un accordo saltato perché ai ducali non convinceva lo scambio di prestiti con Pinamonti. L’Inter si è salvata al 92esimo con un colpo di testa di Perisic che ha completato la rimonta dopo il gol del due a uno di Brozovic. Ma è evidente che non basta per placare le critiche piovute sull’Inter dopo un inizio di stagione con molte ombre e poche luci.

Il limite tattico di Conte

Lo scorso anno il 3-5-2 contiano ha portato sicuramente dei risultati tangibili a livello di classifica, con il secondo posto dietro la Juventus e la finale di Europa League persa contro il Siviglia. Quest’anno, complice anche una preparazione atletica praticamente nulla causa Covid, il gioco dell’Inter non risulta essere incisivo come nella scorsa stagione. Senza Lukaku la banda nerazzurra non è riuscita ad essere incisiva sotto porta, complice anche un Lautaro ancora fuori forma. Non solo, l’estremismo tattico di Conte non sembra dare i frutti sperati in casa Inter. Il tecnico salentino ha a disposizione diversi calciatori a centrocampo in grado di poter cambiare tatticamente la squadra. La staticità della difesa a tre ha portato l’Inter a subire troppe reti rispetto allo scorso anno. Le partite contro Shakhtar prima e Parma poi hanno dimostrato che le squadre chiuse a riccio ribattono colpo su colpo e il gioco rischia di diventare prevedibile. Sono in tanti a chiedere un possibile cambio modulo con la difesa a quattro ed un centrocampo a rombo dietro le due punte. Chi dietro le due punte?

Il dubbio Eriksen

C’è anche un’altra problematica in questo inizio di stagione in casa Inter. Christian Eriksen non ha ancora convinto Antonio Conte ed in generale il mondo Inter. Il danese nelle ultime partite ha giocato titolare nel ruolo di trequartista nel 3-4-1-2 non riuscendo ad incidere minimamente durante il match. Un problema che rischia di essere un boomerang per l’Inter e per l’ex Tottenham che sperava di iniziare diversamente la sua avventura in nerazzurro. Nel ruolo di trequartista Conte ha provato Barella che si è ben comportato. Un calciatore che sta avendo una crescita esponenziale. Senza dimenticare che il preferito di Conte in quel ruolo è Sensi, ma l’ex Sassuolo ha spesso problemi fisici che lo hanno limitato nella scorsa stagione. Martedì sera per Eriksen e soci la possibilità di una grande occasione: vincere in casa del Real Madrid per dare una sterzata importante alla stagione dell’Inter in chiave europea.

Il rischio è di naufragare in mezzo a polemiche e dubbi tattici.

C.R.

0 comments on “Inter/ Il limite di Conte. Eriksen, un grosso dubbio!Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *