Il meraviglioso Parma di Malesani e la vittoria in Coppa Uefa di 22 anni fa!

La verità di Baggio: “Non vedevo l’ora di smettere con il calcio. Sacchi mi fece un dispetto”

Paranormal Mendy, oggi in finale: “ieri” cercava lavoro

Mamma Mancosu: “Mi tremavano le gambe…”

L’ultimo successo delle italiane nell’attuale Europa League è avvenuto esattamente 22 anni fa con la vittoria di quel meraviglioso Parma di Malesani.

Non è stata una stagione positiva per il Parma che si è dovuta arrendere retrocedendo in Serie B. Un campionato pieno di problemi iniziato con Liverani in panchina e terminato (mancano tre giornate) con D’Aversa che non è riuscito a salvare la formazione ducale. La nuova proprietà americana presieduta da Kyle Krause ha sicuramente investito per rinforzare la rosa soprattutto a gennaio ma alcune scelte non si sono rivelate azzeccate. I tifosi del Parma sperano in un pronto rientro in Serie A nella prossima stagione, il patron americano ha già dichiarato di voler riportare in alto la squadra. Magari ripercorrendo le orme della meravigliosa formazione che esattamente 22 anni fa sollevava al cielo la Coppa Uefa.

Era il 12 maggio 1999 a Mosca si giocava la finale dell’allora Coppa Uefa tra il Parma di Alberto Malesani e il Marsiglia allenato da Courbis. Una partita senza storia che il Parma domina in lungo e largo vincendo per tre a zero con i gol di Crespo e Vanoli nel primo tempo e Chiesa nel secondo tempo. Un trionfo importante per l’Italia e soprattutto per quel Parma pieno zeppo di grandi campioni che nella stessa stagione vinceva anche la Coppa Italia contro la Fiorentina. Un Parma costruito a dovere dal patron Tanzi che nella stagione successiva vinceva anche la Supercoppa Italiana. Non a caso la formazione titolare in finale di Coppa Uefa era la seguente:

Buffon in porta, difesa a tre con Cannavaro, Sensini e Thuram, esterni Fuser e Vanoli, a centrocampo Dino Baggio e Boghossian con Veron trequartista avanzato mentre in attacco la coppia gol era formata da Crespo e Chiesa. In panchina gente del calibro di Fiore, Asprilla, Balbo. In panchina Alberto Malesani arrivato sulla panchina gialloblu ad inizio stagione e autore di un gioco importante e soprattutto in grado di unire un gruppo di calciatori con grandi qualità. Il cannoniere di quella stagione è stato Hernan Crespo autore di 16 gol, un giocatore che agli inizi nella società ducale non aveva convinto i tifosi ed era spesso oggetto di critiche. Parma che in quella stagione è arrivato al quarto posto qualificandosi al preliminare di Champions League. Impressionante soprattutto la difesa con Malesani che puntò forte sulla difesa a 3 con l’esperto Sensini al centro e i due grandi marcatori Thuram e Cannavaro ai lati. Il centrocampo puntava forte sull’estro e il talento di Juan Sebastian Veron, uno dei giocatori argentini più forti visti nel nostro campionato. Il capitano di quella formazione era Luigi Apolloni, che in un’intervista al sito di Gianluca Di Marzio, parlò di quella famosa squadra.

Un ricordo bellissimo, anche se contro il Marsiglia ero in panchina per i postumi di un serio infortunio. La cavalcata era iniziata con Nevio Scala, poi Ancelotti e Malesani hanno dato continuità. Ma nella mia ultima stagione, quella era la squadra più forte della storia del Parma. Sicuramente Malesani ha inciso tanto, trasmettendo un’idea di gioco importante. All’inizio voleva schematizzare i suoi fuoriclasse e facevamo un po’ fatica. Appena l’allenatore ha dato più libertà alla squadra ci siamo sbloccati. Anche se non abbiamo raccolto tutto il nostro valore effettivo. Quel Parma era da Scudetto“.

Quel Parma chiuse il campionato con 102 gol segnati, frutto di un lavoro straordinario di Malesani ma anche della forza offensiva visto che in panchina c’era anche Asprilla.

Lo scorso anno l’Inter di Antonio Conte ha raggiunto la finale di Europa League non riuscendo però a vincere il trofeo a discapito del Siviglia di Lopetegui che riuscì a battere i nerazzurri per tre a due. Sarebbe stata la prima Europa League vinta da una formazione italiana, la quarta vinta dall’Inter dopo le tre vittorie della Coppa Uefa.

Claudio Ruggieri

NON PERDERTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI

0 comments on “Il meraviglioso Parma di Malesani e la vittoria in Coppa Uefa di 22 anni fa!Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *