Il calvario di Casillas e della moglie: due abituati a lottare (e vincere)

Sara dovrà sconfiggere il cancro per la seconda volta in tre anni. Iker, che ha rischiato di morire per un problema cardiaco nel 2019, è pronto a sostenerla da vicino per una nuova lunga battaglia

De Rossi: “Con Conte abbiamo pianto all’Europeo, al Boca mi hanno ribaltato dal primo giorno”

La rivincita di Suarez: Simeone ha fatto bingo!

E’ l’ennesima sfida che la vita li ha messo di fronte, pronti a rispondere ancora una volta colpo su colpo. La giornalista Sara Carbonero, moglie dell’ex portiere del Real Madrid, si sottoporrà nuovamente a tutte le terapie del caso per combattere il tumore. E’ tornato in maniera silente, dopo i controlli di routine che avevano per certi versi rassicurato la moglie di Casillas. E invece dovrà cominciare un’altra battaglia per domare il cancro alle ovaie che si era presentato per la prima volta nel 2019. Sara era già finita sotto i ferri circa tre anni fa e in questi giorni potrebbe sottoporsi a un nuovo intervento.

Iker e la partita della vita

Casillas si è stretto nuovamente intorno alla moglie per superare un altro momento delicato della loro vita. Due abituati a lottare insieme e superare ogni avversità. Il portiere spagnolo ha vissuto sulla sua pelle attimi di paura, sempre nel 2019. Quando era in forza al Porto, ha rischiato di morire durante un allenamento. Un infarto, un malore improvviso che ha subito attirato l’attenzione di medici e compagni. Da lì in poi è inevitabilmente cambiata la vita dell’ex numero dei Merengues, costretto a lasciare il calcio.

“Dopo l’attacco di cuore, per un mese ho avuto paura a camminare e fare qualsiasi sforzo fisico”. Un episodio che ha stravolto le abitudini quotidiane al punto da cambiare totalmente il suo modo di pensare: “Da quando ho avuto l’infarto, ho iniziato a dare valore a ogni momento. Avevo persino paura di dormire. C’è stato un giorno che ero così angosciato che ho detto: ‘Basta, mi metto a dormire. E se non mi sveglio più, così sia, ma voglio provare a riposare’”.

Sara, Iker e il bacio mondiale

Il primo vero bacio sotto i riflettori è arrivato dopo il trionfo della Spagna ai Mondiali del 2010. Sara nel post gara ha provato a intervistare in maniera distaccata capitan Iker che, ha prima risposto alle domande, poi si è commosso e alla fine l’ha baciata tra l’applauso generale degli addetti ai lavori. Sara e Iker si sono conosciuti nel 2009 in occasione della Confederations Cup in Sudafrica, dopo una lunga convivenza si sono sposati il 20 marzo 2016.

Nella stagione seguente il portiere spagnolo ha lasciato il Real Madrid dopo 25 anni di militanza, tra settore giovanile e prima squadra. Una conferenza toccante chiusa tra le lacrime di Casillas che a stento riusciva a parlare. Adesso è il momento di tornare a parare dal letto dell’ospedale di Madrid, per supportare ancora una volta Sara e uscirne a testa alta, come tutti i match della sua vita. Soprattutto per Lucas e Martin, i loro bimbi.

Mario Lorenzo Passiatore

CONTINUA A LEGGERE I NOSTRI APPROFONDIMENTI

0 comments on “Il calvario di Casillas e della moglie: due abituati a lottare (e vincere)Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *