Guarin, che fai? Rissa e sangue in famiglia. Abbiamo ricordato la sua storia “italiana”

L’ex giocatore dell’Inter, attualmente in forza ai Milionarios, si è reso protagonista di un gesto poco edificante aggredendo i genitori la scorsa notte. In Italia è stato al centro di un’operazione di mercato che lo vide a un passo dalla Juve. Poi si misero di traverso i tifosi e saltò tutto

1 Aprile 2001, la perla di Baggio contro la Juventus – Video

Da Motta a Milito: alla scoperta del super Genoa di Gasperini

Corvino: “Ho lasciato l’aeronautica per fare il DS. Mio papà non mi parlò per un mese”

In Italia lo abbiamo ammirato per le sue qualità da calciatore, distinguendosi con la maglia dell’Inter dal 2012 al 2016, prima di volare in Cina per un nuovo capitolo della sua carriera. Un trascinatore a tutto campo, con grandi doti fisiche e ottime qualità tecniche. Ha visto più volte la porta dalla distanza sfruttando il suo colpo migliore: il tiro. Il giaguaro dal 2021 è ripartito dalla sua Colombia con la maglia dei Milionarios, dopo un’esperienza importante per impatto e rendimento con il Vasco da Gama in Brasile.

Non ha mai fatto della pazienza la sua miglior virtù, ma non si era mai spinto oltre le classiche schermaglie all’interno del rettangolo di gioco. Eppure, l’ex centrocampista nerazzurro è stato arrestato la scorsa notte per aver aggredito i suoi genitori all’interno della loro abitazione. Ignote ancore la cause, si sospetta che Fredy fosse sotto effetto di droghe e alcol. I video che circolano sul web ritraggono il centrocampista colombiano mentre viene arrestato dalla forze dell’ordine. Senza maglia e con diverse tracce di sangue sparse sul corpo, ha provato prima a opporre resistenza, per poi essere portato via in barella.

A ricostruire parzialmente l’accaduto è stato Jorge Luis Vargas, responsabile delle forze dell’ordine. “Abbiamo ricevuto una telefonata relativa ad un atto di violenza domestica in cui era coinvolto Guarin. Quando la polizia è arrivata sulla scena, ha trovato lesioni personali all’interno di una casa dove il ragazzo è stato protagonista di una lite con i suoi genitori. Questi hanno agito in modo professionale chiedendo assistenza in modo che Guarin fosse fermato come previsto dalla legge. Siamo legalmente in attesa delle azioni che la famiglia può intraprendere”

L’esperienza italiana: Guarin – Vucinic, uno scambio saltato per “colpa” dei tifosi

Il giaguaro durante il suo trascorso in Italia è stato al centro di una lunga trattativa di mercato. Gennaio 2014, Juventus e Inter ragionavamo su uno scambio per sistemare in corsa i propri organici per il rush finale. Guarin alla Juve da Antonio Conte, allora allenatore dei bianconeri, e Mirko Vucinic a Milano sponda nerazzurra. Sembrava tutto fatto, almeno da quanto filtrava da fonti vicine ai giocatori. Un continuo via vai dalle rispettive e sedi e le dichiarazioni di Marotta (all’epoca Dg Juve): “E’ tutto fatto”.

A complicare i piani dell’Inter sono stati proprio i tifosi nerazzurri che si sono fiondati sotto la sede del club per protestare contro i dirigenti, nel mirino principalmente Fassone. Un gruppo abbastanza corposo che sperava di far saltare l’intreccio di mercato. Un’iniziativa che alla fine ha sortito i suoi frutti, spingendo il presidente Thohir ha stoppare l’operazione: “Non è una trattativa economicamente vantaggiosa”.

Ma come? Alla Juve ci restarono di sasso, Vucinic aveva svuotato il classico armadietto e salutato i compagni. Tanti si erano esposti anche pubblicamente, mancavano davvero solo le firme. Ma non avevano ancora fatto i conti con i tifosi.

Mario Lorenzo Passiatore

NON PERDERTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI

0 comments on “Guarin, che fai? Rissa e sangue in famiglia. Abbiamo ricordato la sua storia “italiana”Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *