Il Chelsea si affida al forno a microonde: i giocatori lo utilizzano prima di giocare

L’incredibile trovata dello staff dei Blues che ha introdotto l’elettrodomestico tra le abitudini pre-gara. Pensate alla faccia di Abramovich quando gli hanno detto: “Presidente, abbiamo bisogno di un microonde nello spogliatoio”

Roberto Carlos e quel Real “Galactico”: “Cacciammo due allenatori, voli privati ogni domenica…”

Cassano: “Con Spalletti ho litigato il 1° giorno. Capello cacciò il dottore per colpa mia”

La notizia è alquanto bizzarra è sta facendo il giro del mondo, se non altro per l’uso che ne fanno i giocatori di Thomas Tuchel. Pensate a un elettrodomestico da cucina piazzato in un angolo dello spogliatoio. E’ una storia vera che rimbalza dallo Stamford Bridge e che ha catturato l’attenzione dei media d’Oltremanica. Potrebbe essere la soluzione last minute per uno spuntino pre-gara o, ancora meglio, dopo una partita estremamente dispendiosa. Non sarebbe male un buon toast dorato al punto giusto, poco prima di andare in doccia. Alt, ci sono i nutrizionisti e ogni giocatore è sottoposto a un regime alimentare specifico. Niente di tutto ciò, la cosa è meno scontata del previsto. E allora a cosa serve un forno nello spogliatoio?

Si studiano sempre soluzioni innovative per mettere in condizione i giocatori di aumentare la performance, con tutti i comfort possibili e immaginabili. In realtà nel microonde ci finiscono le scarpe prima di ogni partita. Sì, avete capito bene. Quando gli scarpini sono freddi e rigidi non garantiscono la giusta comodità al giocatore, pertanto meglio un giro di microonde per renderli più morbidi e, dunque, più aderenti al piede. L’effetto è assolutamente garantito, tant’è che da quando hanno sperimentato il “metodo microonde” nessuno si sottrae alla nuova routine pre-gara.

 A rivelarlo è stato il Sun, il Tabloid inglese ha illustrato tutti i dettagli spiegando che il forno viaggia con la squadra. Già, è diventato uno strumento da trasferta, come qualsiasi accessorio utile per i giocatori. Per uno come Roman Abramovich che nell’ultima sessione di mercato ha speso la bellezza di 247,2 milioni di euro, è stata un’assoluta novità. Tutto si sarebbe aspettato dal suo staff, tranne che una richiesta del genere.

Il forno e quel burlone di Jorginho…

Abbiamo avuto il piacere di conoscere il centrocampista italo-brasiliano nel nostro campionato con le maglie di Verona e Napoli. Pupillo di Maurizio Sarri, tanto da portarlo a Londra e convincere Abramovich a staccare un assegno di oltre 60 milioni di euro. Ha stregato pure Roberto Mancini fino a diventare un elemento indispensabile della nostra nazionale. Ma nello spogliatoio del Chelsea hanno imparato ad apprezzare le sue doti da professionista delle burle. C’è una parte della scarpe che dopo averle inserite nel microonde si riscaldano in maniera particolare: i tacchetti.

La strana abitudine di Jorginho è quella di poggiarli “appena sfornati” sulle gambe dei compagni. Mason Mount ha spiegato che sono davvero bollenti e che l’impatto non è assolutamente piacevole per chi ne subisce le conseguenze. L’auspicio è che il microonde non generi odori particolari all’interno dello spogliatoio, per il resto complimenti per la trovata. Presto potremmo sentirne parlare anche in altri ambienti. A patto che serva realmente per scaldare le scarpe.

Mario Lorenzo Passiatore

NON PERDERTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI

0 comments on “Il Chelsea si affida al forno a microonde: i giocatori lo utilizzano prima di giocareAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *