Muller ad Alaba: “Se giochiamo contro ti starò dietro per sculacciarti”

Dalle parti di Monaco non sembrano aver accettato di buon grado la scelta di vita di David Alaba, che lascerà il club per traslocare (in attesa di ufficialità) a Madrid. Tra sarcasmo e ironia, Thomas Muller ha lanciato la sfida per la prossima stagione

Guardiola: “Il mio Barcellona giocava le finali come le amichevoli. Erano animali competitivi. Messi era…”

“Sono il cugino di Weah”. Ali Dia e la grande truffa al Southampton!

Petit: “Quella volta che in albergo applaudirono la mia performance sessuale”

“Spero di essere stato degno della Sampdoria”. La lezione di Claudio Ranieri!

E’ stato un weekend di festa, record e saluti in tanti campi d’Europa. A Monaco di Baviera hanno fatto talmente le cose bene da conciliare praticamente tutto. Il Bayern ha chiuso in campionato con tredici punti di vantaggio sul Lipsia festeggiando un’altra stagione super per numeri e rendimento. Con la sonora vittoria contro l’Augsburg (5-2) ha celebrato anche il record di Robert Lewandowski. Il polacco con il gol allo scadere ha messo due piedi nella storia: 41 reti in Bundesliga superando la leggenda Gerd Muller. Impressionante, una macchina inarrestabile in grado di aggiornare continuamente il suo score.

Baci, abbracci e commozione generale per chi ha salutato la compagnia. Come il tecnico Hansi Flick, l’uomo del Triplete del 2020 e che con il suo lavoro ha riportato il Bayern a dominare in ogni campo d’Europa. Aveva già annunciato il suo addio un mese fa e in dirigenza si sono mossi con grande tempismo assicurandosi il giovanissimo Julian Nagelsmann.

Ultima sfilata anche per Jerome Boateng, Javi Martinez e David Alaba. Manca ancora l’ufficialità ma, da quanto fatto trapelare da Sky Deutschland, il giocatore austriaco avrebbe accettato l’offerta del Real Madrid (11 milioni all’anno) più un cospicuo bonus alla firma del contratto.

Muller e quel messaggio all’amico Alaba

Non tutti avrebbero accettato di buon grado la sua partenza, come Thomas Muller che l’ha detto espressamente in un video. Lo stesso è stato inoltrato ai tre giocatori in scadenza (Boateng, Martinez e Alaba), un modo simpatico per omaggiarli per l’ultima volta. “Non so al cento per cento dove giocherai ma non importa, sono certo che te ne pentirai”. E’ il primo pensiero per il giocatore austriaco, al quale è molto legato per il lungo trascorso insieme con la maglia dei bavaresi. I due amici hanno condiviso quasi dodici anni gomito a gomito tra prima e seconda squadra. Praticamente una vita e ora la scelta (legittima) di cambiare aria.

Thomas ha poi simpaticamente proseguito: “Se giochiamo contro ti starò dietro e ti sculaccerò”. Più di un messaggio d’affetto, Muller non ha mai fatto mistero che avrebbe preferito tenersi stretto Alaba nella sua squadra.

NON PERDERTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI

0 comments on “Muller ad Alaba: “Se giochiamo contro ti starò dietro per sculacciarti”Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *