1 Aprile 2001, la perla di Baggio contro la Juventus – Video

Corvino: “Ho lasciato l’aeronautica per fare il DS. Mio papà non mi parlò per un mese”

La toccante lettera a Prandelli: quelle confidenze amare durante un caffè

Quando Ronaldo e Batistuta giocarono assieme incantando il Mondo – Video

Il gol fantastico del Divin Codino contro la Juventus sul grande lancio di Andrea Pirlo. Un capolavoro del fuoriclasse italiano.

Se parliamo di Roberto Baggio non possiamo non pensare alle grandi perle che il Divin Codino ci ha regalato nei suoi anni da calciatore. Le magie con la maglia della Nazionale, con quelle di Juventus, Milan, Inter, Bologna, Brescia, sono negli occhi di tutti noi amanti del calcio. Il primo aprile del 2001 Roberto Baggio regalò una delle sue maggiori perle, un gol fantastico siglato al Delle Alpi contro la Juventus di Carlo Ancelotti, che impattò in casa per uno a uno. In vantaggio con Zambrotta, il pareggio del Brescia di Mazzone arrivò all’85esimo minuto. Un lancio millimetrico di un giovane Andrea Pirlo, trova Baggio in posizione regolare, il Divin Codino addomestica il pallone con la sua immensa classe e supera in maniera superlativa Van der Sar aggirandolo e siglando il gol del pareggio.

Un colpo sensazionale, uno tra i più bei gol del numero 10 storico del calcio italiano. Una “vendetta” servita fredda nei confronti della Juventus che lo aveva scaricato con l’avvento di Lippi. Ma Baggio non è mai stato un rancoroso e ha risposto alla sua maniera alle problematiche legate con gli allenatori, con un gol memorabile. Carlo Mazzone, allora tecnico delle Rondinelle, commentò in questo modo il gol di Baggio.

Mi ricordo un gol di Baggio contro la Juventus, un lancio lunghissimo alle spalle della difesa bianconera, Baggio con palla in entrata dietro le spalle, fa un controllo morbido a seguire, il portiere esce e lui finta e controfinta e appoggia la palla. Con una naturalezza, con una facilità estrema”.

L’autore di quell’assist è il giovane Andrea Pirlo che Mazzone spostò nel ruolo di regista. Fu lui ad ispirare Carlo Ancelotti che nel suo Milan decise di affidare le chiavi del centrocampo proprio a Pirlo che arrivava dalla brutta esperienza all’Inter. Pirlo cambiò radicalmente la sua carriera proprio grazie all’arretramento in cabina di regia. Lo stesso Pirlo ha ricordato quel gol contro la Juventus: “Ho preso palla dai compagni di squadra a centrocampo, solitamente guardavo l’attaccante o gli esterni, ho visto Baggio e ho lanciato la palla verso di lui che l’ha messa dentro“. Curioso anche il racconto di uno dei gemelli Filippini, ovvero Antonio Filippini: “Quando abbiamo visto il lancio di Pirlo abbiamo tutti pensato che sarebbe stata presa dal portiere della Juventus perché era in netto vantaggio. Lui con un guizzo è riuscito a guardare il pallone e con la coda dell’occhio Van der Sar ed è riuscito con una magia a segnare. E’ stato veramente eccezionale. Nessun altro giocatore avrebbe potuto siglare quel gol, solo Roberto Baggio“.

I giocatori presenti in quella partita hanno potuto ammirare una giocata di un calciatore di 34 anni che ha voluto dimostrare, ancora una volta, di avere una classe superiore a tutti gli altri. E anche gli spettatori presenti in quel momento hanno omaggiato il grande gol del Divin Codino. Baggio che a Brescia ha goduto di una seconda giovinezza sportiva con gol e tante giocate che hanno permesso al Brescia del compianto presidente Corioni di restare in Serie A per quattro stagioni consecutive. Saranno 46 le reti di Baggio in 101 presenze oltre agli innumerevoli assist che hanno permesso agli attaccanti delle Rondinelle di poter segnare gol pesanti.

C.R.

NON PERDERTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI

0 comments on “1 Aprile 2001, la perla di Baggio contro la Juventus – VideoAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *